• We Want To Play

    • We want to play. Il report multimediale del dibattito allo Sherwood Festival

      We want to play. Il report multimediale del dibattito allo Sherwood Festival

      Il dibattito “We want to play”, tenutosi nella Free Sport Area dello Sherwood Festival domenica 25 giugno, ha messo a tema diversi spunti legati al rapporto tra sport e discriminazione, in Italia e non solo. Hanno partecipato al dibattito, introdotto da Stefano Carbone della Polisportiva SanPrecario di...

    • We Want To Play consegnato alla FIGC Veneto

      We Want To Play consegnato alla FIGC Veneto

      Giovedì 4 Maggio una delegazione di polisportive della regione Veneto ha incontrato i vertici del comitato territoriale Figc per consegnare la richiesta di modifica delle norme discriminatorie dell'articolo 40 del Noif riguardanti il tesseramento di atleti provenienti da paesi extra-ue nei...

    • We Want To Play consegnato al comitato regionale FIGC Napoli

      We Want To Play consegnato al comitato regionale FIGC Napoli

      ​Oggi, venerdi 12 maggio, una delegazione di realtà sportive antirazziste campane aderenti alla campagna #WeWantToPlay hanno incontrato i dirigenti del Comitatoregionale F.I.G.C. (Napoli) ai quali hanno consegnato la richiesta di modifica dell’art. 40 quater delle NoiF, che discrimina gli atleti...

    • We Want To Play. Cambiamo le regole del gioco

      We Want To Play. Cambiamo le regole del gioco

        "Lo sport è parte del patrimonio di ogni uomo e di ogni donna e la sua assenza non potrà mai essere compensata"                                                                                                                                       Pierre de...

    • We Want To Play - il testo dell'appello

      We Want To Play - il testo dell'appello

      Pubblichiamo il testo di lancio della campagna We Want to Play che mira ad abrogare e modificare i punti b e c dell'articolo 40 comma 11 del NOIF (Norme Organizzative Interne FIGC).Nessuno è illegale per giocare a pallone!

    • We want to play - Welcome Refugees @ Sherwood Festival

      We want to play - Welcome Refugees @ Sherwood Festival

        “WE WANT TO PLAY- REFUGEES WELCOME” Domenica 21 Giugno 2015 Giornata dedicata al diritto alla cittadinanza sportiva all'interno dello Sherwood Festival   Come polisportive antirazziste facenti parte di Sport alla rovescia, abbiamo da sempre cercato di conquistare diritti di cittadinanza e abbattere le barriere...

    • We Want To Play - Fra sport e cittadinanza

      We Want To Play - Fra sport e cittadinanza

        Simpatizzanti , supporter ed atleti provenienti dai più disparati angoli di mondo. Ognuno a raccontare la propria storia tramite la pratica della propria disciplina sportiva. Ci sono i bimbi ed i ragazzi del Quadrato Meticcio. Ci sono i cestisti dei Crabs e dei Kumag's, ci sono i combattenti della Nak...

La legge denominata Offensive Behaviour at Football and Threatening Communications (Scotland) Act, letteralmente legge sui comportamenti offensivi nel calcio e la comunicazione minacciosa, sta tenendo particolarmente banco nel dibattito scozzese in questo periodo.

Leggi tutto...

Mercoledì 3 Febbraio. Liceo Cornaro. L'acqua attraversa il soffitto appena ristrutturato, sgocciola per i muri e raggiunge il pavimento rendendo la palestra impraticabile.

Leggi tutto...

«Alcuni credono che il calcio sia una questione di vita o di morte. Sono molto deluso da questo atteggiamento. Vi posso assicurare che è molto, molto più importante di quello» ( Bill Shankly)

27 giugno 1945: una data sinonimo di libertà. È infatti il giorno in cui le armate sovietiche liberarono la fabbrica della morte: il campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau.

Leggi tutto...

12509253_765511180247862_5210022253805672009_n.jpg
 

Partiamo da un dato inequivocabile. A Sarri è uscita male. Una caduta di stile bella grossa per chi fino ad ora, con la sua  tuta da “lavoro” contro le belle cravatte da panchina, con le sue dichiarazioni sui calciatori e gli operai, si era conquistato un posto nel cuore dei tanti amanti del calcio semplice e bello che ha guidato il Napoli fino in vetta al campionato di serie A. Peggio ancora sono uscite le prime dichiarazioni post partita perché se è triste e scorretto dare ai gay del Mancini, lo è certo di più il paragone con i democristiani.

Leggi tutto...

A Caltanissetta, nell’entroterra siciliano, è nato un nuovo progetto che promuove lo sport come veicolo di coesione sociale e solidarietà attiva. Di seguito un’intervista ad uno dei promotori di questa nuova avventura, Salvatore Mendolia.

Leggi tutto...

Dopo il fallimento finanziario del 2010, la squadra di calcio della città irlandese di Cork è stata rifondata e presa in mano da una cooperativa di suoi tifosi che oggi la gestisce in maniera assembleare. Oggi gioca nella massima serie Irlandese, nel 2014 è arrivata seconda in campionato e poco tempo fa è riuscita ad arrivare in finale della FAI Cup, la Coppa d’Irlanda, perdendo ai tempi supplementari. Inoltre, questa stagione è iniziata con l’esordio in Europa League. Oggi è uno dei club più democratici di tutto il mondo. Di seguito un’intervista a Niamh O’Mahony, membro del consiglio del FORAS e del Cork City FC.

Leggi tutto...

In un articolo dello scorso 16 ottobre, comparso su Sportallarovescia.it, dal titolo “Italia ed Australia unite nel segno della protesta del calcio femminile”, si parlava della protesta attuata attraverso la forma dello sciopero da parte delle giocatrici delle squadre italiane di club e di quelle della nazionale australiana. Due nazioni geograficamente opposte, due contesti diversi, ma in ballo c’era in entrambe le situazioni la questione del sottofinanziamento e della poca considerazione dello sport femminile. La forma di protesta dello sciopero nel mondo dello sport sembra non fermarsi: è di poco più di un giorno fa la notizia della volontà da parte dei calciatori greci di voler mettersi in sciopero. 

Leggi tutto...

E’ di questi giorni la notizia di una rivolta su larga scala delle tifoserie della A-League, la massima serie calcistica presente in Australia. Tutti i tifosi delle dieci squadre che compongono la lega calcistica della terra dei canguri, in un modo o nell’altro, ed interagendo tra loro, stanno manifestando unitariamente contro la FFA, la Football Federation Australia, che insieme ad i media più conservatori, attaccano i diritti basilari delle tifoserie. 

Leggi tutto...

Non subiremo mai la vostra ignoranza. Viva lo sport indipendente, viva lo sport antirazzista, viva lo sport popolare. Alessio libero!

Leggi tutto...