di Davide Drago

Sarà contento Matteo Salvini? Avrà festeggiato la vittoria, tutta italiana, nella staffetta 4x400 ai giochi del Mediterraneo? Non vorremmo essere pessimisti, ma forse perché impegnato sul pratone di Pontida o perchè magari preso dalle problematiche legate al Milan, non si sarà accorto delle vittorie che stanno arrivando dai XVIII Giochi del Mediterraneo di Tarragona. L'Italia ha chiuso la competizione in testa al medagliere, grazie soprattutto alle donne.

Leggi tutto...

Nessuna delle squadre africane che ha partecipato nell’attuale mondiale di Russia 2018 (Egitto, Tunisia, Marocco, Nigeria, Senegal) si è qualificata per la fase finale dei mondiali. Non accadeva dal 1986, da quando il mondiale di calcio ha preso la forma attuale, cioè quella divisa in una prima fase di gironi ed una successiva di scontri ad eliminazione diretta.

Leggi tutto...

Lo stato del Kosovo pagherà le ammende inflitte dalla Fifa nei confronti dei giocatori svizzeri Granit Xhaka, Xherdan Shaqiri di origine kossovara e albanese, che avevano esultato durante la partita Serbia – Svizzera del mondiale Russia 2018 mimando con le mani il simbolo dell’aquila a due teste simbolo dell’Albania, dopo aver segnato contro la squadra della nazionale Serba

Leggi tutto...

di Davide Drago

Siamo nel 2018, ma l'amore e il gesto più semplice per rappresentarlo, ossia un bacio, sono ancora un problema per la società, soprattutto se a scambiarsi l'effusione sono due persone dello stesso sesso.

Leggi tutto...

di Davide Drago

In un clima di festa e di sport - tipico di quasi tutti i grandi eventi - è arrivato “il gesto” indicativo del nazionalismo in terra balcanica - e ci stupiamo sia arrivato così tardi - che ha rotto il clima di apparente tranquillità dei mondiali in Russia.

Leggi tutto...

di Davide Drago

Archiviata la stagione calcistica e con il mondiale da guardare come spettatori, si gettano le basi per quella che molti definiscono la “stagione della svolta”. Dopo le ultime elezioni in FIGC e la macanta qualificazione della nazionale ai mondiali, da più parti si è auspicata la richiesta di un rinnovamento del calcio italiano e soprattutto dei vivai.

Leggi tutto...

image

 

Di Teo Molin Fop

 

Tifo Vicenza fin da bambino. Ho passato l'infanzia e l'adolescenza con i gol di Otero, Murgita, Di Carlo e con un presidente tifoso, focoso e un po' robin hood, d'altri tempi. A vent'anni di distanza, mi viene la pelle d'oca se rivedo su youtube il gol di Maurizio Rossi al 118° con cui abbiamo vinto la Coppa Italia e ancora oggi mi cambia l'umore se per sbaglio mi viene in mente che siamo usciti dalla semifinale di Coppa Coppe per un gol di testa di Zola.

Leggi tutto...

di Davide Drago

Il Clapton FC è una squadra storica della “Non League” inglese, fondata nel 1878 e rigorosamente amatoriale. Una squadra che da sempre ha avuto un intenso rapporto con la propria tifoseria e con il quartiere. I ragazzi che crearono quel club, non immaginavano che dopo alcuni anni, la loro squadra sarebbe diventata “riconosciuta” a livello nazionale e internazionale.

Leggi tutto...

 

di Davide Drago

La ventunesima edizione dei mondiali di calcio, che si terranno in Russia, sta per accendere i motori: i mondiali degli hooligans, dell'omofobia e del razzismo. La partita inaugurale sarà tra la padrona di casa e l'Arabia Saudita, due paesi che già al loro interno riflettono parecchie contraddizioni in materia di diritti umani. Per il governo russo e per gli organizzatori  questa è la grande opportunità è quella di attrarre tifosi e turisti da tutto il mondo. Una vetrina unica e sfarzosa, in grado di mettere in mostra l’ospitalità del popolo russo e la fortissima passione calcistica che attraversa tutta la nazione. Un’opportunità sia per cancellare la macchia delle violenze di alcuni facinorosi agli ultimi Europei, sia per mettere tacere quelle voci che vogliono il popolo russo come razzista ed omofobo. Sarà così?

Leggi tutto...