12509253_765511180247862_5210022253805672009_n.jpg
 

Partiamo da un dato inequivocabile. A Sarri è uscita male. Una caduta di stile bella grossa per chi fino ad ora, con la sua  tuta da “lavoro” contro le belle cravatte da panchina, con le sue dichiarazioni sui calciatori e gli operai, si era conquistato un posto nel cuore dei tanti amanti del calcio semplice e bello che ha guidato il Napoli fino in vetta al campionato di serie A. Peggio ancora sono uscite le prime dichiarazioni post partita perché se è triste e scorretto dare ai gay del Mancini, lo è certo di più il paragone con i democristiani.

Leggi tutto...

A Caltanissetta, nell’entroterra siciliano, è nato un nuovo progetto che promuove lo sport come veicolo di coesione sociale e solidarietà attiva. Di seguito un’intervista ad uno dei promotori di questa nuova avventura, Salvatore Mendolia.

Leggi tutto...

Dopo il fallimento finanziario del 2010, la squadra di calcio della città irlandese di Cork è stata rifondata e presa in mano da una cooperativa di suoi tifosi che oggi la gestisce in maniera assembleare. Oggi gioca nella massima serie Irlandese, nel 2014 è arrivata seconda in campionato e poco tempo fa è riuscita ad arrivare in finale della FAI Cup, la Coppa d’Irlanda, perdendo ai tempi supplementari. Inoltre, questa stagione è iniziata con l’esordio in Europa League. Oggi è uno dei club più democratici di tutto il mondo. Di seguito un’intervista a Niamh O’Mahony, membro del consiglio del FORAS e del Cork City FC.

Leggi tutto...

In un articolo dello scorso 16 ottobre, comparso su Sportallarovescia.it, dal titolo “Italia ed Australia unite nel segno della protesta del calcio femminile”, si parlava della protesta attuata attraverso la forma dello sciopero da parte delle giocatrici delle squadre italiane di club e di quelle della nazionale australiana. Due nazioni geograficamente opposte, due contesti diversi, ma in ballo c’era in entrambe le situazioni la questione del sottofinanziamento e della poca considerazione dello sport femminile. La forma di protesta dello sciopero nel mondo dello sport sembra non fermarsi: è di poco più di un giorno fa la notizia della volontà da parte dei calciatori greci di voler mettersi in sciopero. 

Leggi tutto...

E’ di questi giorni la notizia di una rivolta su larga scala delle tifoserie della A-League, la massima serie calcistica presente in Australia. Tutti i tifosi delle dieci squadre che compongono la lega calcistica della terra dei canguri, in un modo o nell’altro, ed interagendo tra loro, stanno manifestando unitariamente contro la FFA, la Football Federation Australia, che insieme ad i media più conservatori, attaccano i diritti basilari delle tifoserie. 

Leggi tutto...

Non subiremo mai la vostra ignoranza. Viva lo sport indipendente, viva lo sport antirazzista, viva lo sport popolare. Alessio libero!

Leggi tutto...

Lo scorso sabato, gli occhi degli appassionati di calcio erano puntati sul Santiago Bernabeu, dove andava in scena il “clasico” tra Real Madrid e Barcellona, ma anche in Slovenia si giocava un match tra due squadre importanti del massimo campionato del paese, ovvero la sfida giocata tra Olimpija Ljubljana e Maribor. Il match è stato giocato in un’atmosfera elettrica dato la partita era stata rimandata di qualche settimana fino allo scorso sabato per il fatto che le forze di polizia erano state impiegate fino ad allora per occuparsi degli ingenti flussi di migranti provenienti dalla Siria, e non potevano essere coinvolte nella gestione di sorveglianza della partita di calcio.

Leggi tutto...

Con Alessio e tutta la Polisportiva Assata Shakur di Ancona sono anni che condividiamo battaglie per uno sport libero da razzismo e dal business.

Leggi tutto...

14 / 11 / 2015 - Chiediamo l'immediata scarcerazione di Alessio, agli arresti da venerdì

Leggi tutto...