di Davide Drago

In un clima di festa e di sport - tipico di quasi tutti i grandi eventi - è arrivato “il gesto” indicativo del nazionalismo in terra balcanica - e ci stupiamo sia arrivato così tardi - che ha rotto il clima di apparente tranquillità dei mondiali in Russia.

Leggi tutto...

di Davide Drago

Archiviata la stagione calcistica e con il mondiale da guardare come spettatori, si gettano le basi per quella che molti definiscono la “stagione della svolta”. Dopo le ultime elezioni in FIGC e la macanta qualificazione della nazionale ai mondiali, da più parti si è auspicata la richiesta di un rinnovamento del calcio italiano e soprattutto dei vivai.

Leggi tutto...

image

 

Di Teo Molin Fop

 

Tifo Vicenza fin da bambino. Ho passato l'infanzia e l'adolescenza con i gol di Otero, Murgita, Di Carlo e con un presidente tifoso, focoso e un po' robin hood, d'altri tempi. A vent'anni di distanza, mi viene la pelle d'oca se rivedo su youtube il gol di Maurizio Rossi al 118° con cui abbiamo vinto la Coppa Italia e ancora oggi mi cambia l'umore se per sbaglio mi viene in mente che siamo usciti dalla semifinale di Coppa Coppe per un gol di testa di Zola.

Leggi tutto...

di Davide Drago

Il Clapton FC è una squadra storica della “Non League” inglese, fondata nel 1878 e rigorosamente amatoriale. Una squadra che da sempre ha avuto un intenso rapporto con la propria tifoseria e con il quartiere. I ragazzi che crearono quel club, non immaginavano che dopo alcuni anni, la loro squadra sarebbe diventata “riconosciuta” a livello nazionale e internazionale.

Leggi tutto...

 

di Davide Drago

La ventunesima edizione dei mondiali di calcio, che si terranno in Russia, sta per accendere i motori: i mondiali degli hooligans, dell'omofobia e del razzismo. La partita inaugurale sarà tra la padrona di casa e l'Arabia Saudita, due paesi che già al loro interno riflettono parecchie contraddizioni in materia di diritti umani. Per il governo russo e per gli organizzatori  questa è la grande opportunità è quella di attrarre tifosi e turisti da tutto il mondo. Una vetrina unica e sfarzosa, in grado di mettere in mostra l’ospitalità del popolo russo e la fortissima passione calcistica che attraversa tutta la nazione. Un’opportunità sia per cancellare la macchia delle violenze di alcuni facinorosi agli ultimi Europei, sia per mettere tacere quelle voci che vogliono il popolo russo come razzista ed omofobo. Sarà così?

Leggi tutto...

di Davide Drago

Due anni fa, in piena refugee crisis "l’invasione percepita" era in testa alle preoccupazioni e il 36% degli italiani riteneva che gli stranieri nel nostro paese fossero circa 20 milioni. In questi anni lo stato ha risposto positivamente (secondo le tre modalità previste: status di rifugiato, protezione sussidiaria e umanitaria) a circa il 40% delle domande d’asilo, una percentuale che nel 2016 è leggermente calata. Negli anni il nostro paese ha accolto circa 131mila rifugiati (dato Unhcr giugno 2016).

Leggi tutto...

31961343 10215679849046942 3290999917257949184 n

Lo scorso 30 settembre ci ha lasciato, troppo presto, Olol. Con lui abbiamo sempre condiviso l'amore per lo sport e il calcio, quello dei campetti, delle partitelle, che ha frequentato fin da ragazzino. I suoi amici e compagni lo ricordano in varie vesti: tifoso della Roma, allenatore della Polisportiva Independiente, giovane portiere. Sul campo, come nella vita, o sugli spalti, per Olol contavano le relazioni e le emozioni del fare squadra, senza discriminazioni di sorta. Anche in campo si è sempre battuto per i diritti di tutti a partecipare. Nel mese di febbraio è stata costituita l'associazione "Caracol Olol Jackson Onlus", per portare avanti progetti, che in suo ricordo, continuino però ad alzare l'asticella dei diritti per tutti. "I sentieri di Caracol" è uno di questi.

Leggi tutto...

Mi dispiace. Sì, devo dire che mi dispiace vedere l'accanimento cieco e ottuso contro il cambiamento solo perché piace criticare. Per quanto esista qualche dubbio sulla conoscenza della grammatica italiana, da parte di alcuni esponenti del panorama politico attuale, le basi, sono le basi, perciò i nomi che finiscono per A sono femminili.

Leggi tutto...

balotelli-2

di Mauro Valeri

Dopo quattro anni di assenza dalla Nazionale, Mario Balotelli è tornato ad indossare la maglia azzurra, realizzando anche un bel gol contro l’Arabia Saudita, nell’amichevole disputata in Svizzera. Mario viene da una stagione più che buona con la maglia del Nizza, in Ligue 1 francese, con un tabellino di 18 gol in 28 partite di campionato, a cui vanno aggiunte anche 8 reti in 13 presenze in Europa League. Anche se la partita si giocava in un cantone svizzero, non sono mancati i soliti imbecilli razzistoidi italioti, che hanno esposto lo striscione: “Il mio capitano è di sangue italiano”, riferendosi al fatto che Mario era il vicecapitano, e se Bonucci fosse uscito, la fascia da capitano spettava a lui, anche solo per anzianità.

Leggi tutto...