Enzo-Scaini

Recensione del libro “Non Ero Paolo Rossi”

di Teo Molin Fop

Nell'estate del 2018 è uscito per Edizioni Eraclea il libro “Non ero Paolo Rossi. Enzo Scaini, la morte misteriosa di un calciatore dimenticato” scritto da due giornalisti romani Giampiero De Andreis e Emanuele Gatto. A 35 anni di distanza, gli autori del libro ci regalano un ritratto di “Scaio” e allo stesso una minuziosa inchiesta, che partendo da un'attenta lettura degli atti processuali cerca di portare a galla la verità sulla misteriosa morte di Scaini.

Siamo nel gennaio 1983 e Scaini è un ventisettenne calciatore del Lanerossi Vicenza. Il 16 gennaio gioca al Menti contro il Trento la sua ultima partita. In seguito a uno scontro fortuito, si fa male nuovamente male al ginocchio sinistro ed esce dal campo con le lacrime agli occhi: era l'ennesimo stop dopo il pesante infortunio al ginocchio avuto l'anno precedente. Il 21 gennaio viene sottoposto ad un intervento chirurgico presso la rinomata clinica privata “Villa Bianca” a Roma. Circa un'ora dopo l'operazione Enzo muore per una grave insufficienza cardiaca.

Leggi tutto...

di Davide Drago

Il rapporto tra il potere e il mondo ultras è stato quasi sempre caratterizzato da uno scontro duro. L’attuale società della sicurezza contemporanea -come afferma il filosofo Agamben – si serve delle procedure d’emergenza: esse «mirano a una minaccia immediata e reale, che occorre eliminare sospendendo per un tempo limitato le garanzie della legge; le «ragioni di sicurezza» delle quali si parla oggi costituiscono al contrario una tecnica di governo normale e permanente» (Agamben 2014).

Leggi tutto...

La domenica è il giorno per antonomasia dedicato al pallone. Da un pò di tempo però il calcio moderno basato soltanto su profitto e televisioni ci ha tolto la bellezza della "domenica calcistica". Soltanto Calcio Romantico poteva restituire la bellezza della domenica dedicata al modo del pallone. Da novembre, ogni seconda domenica del mese la redazione "romantica" in collaborazione con Lautoradio e Radio Sherwood propone una nuova trasmissione radio di approfondimento sportivo: "La fascia sinistra". In questa seconda puntata si parla di calcio femminile.

Leggi tutto...

di Lautaro Segura 

 

Traduzione: Olaia Prieto Perez

Sul campo, la libertadores, giocata a Madrid, è andata al River Plate. Se i vari ricorsi per i tribunali sportivi, ribalteranno il verdetto, come vorrebbe il presidente del Boca, lo scopriremo prossimamente. Quello che è certo, è che un avvenimento storico, da italiano mi viene da pensare a una finale di champions Roma-Lazio, com’è possibile che sia finito in Europa? Il motivo sembrerebbe essere seguito agli incidenti di quella che doveva essere la partita di ritorno a Buenos Aires. Ma tali incidenti sono stati un caso o si potranno ripetere a più riprese? È un problema occasionale o più strutturale? Una risposta la prova a dare il giornalista sportivo Lautaro Segura, di cui riportiamo di seguito la traduzione.

Leggi tutto...

Con un leggero ritardo dovuto al freddo, agli impegni di lavoro e alle cavallette, insomma non per colpa mia, di nuovo “carrelliamo” le foto della gazzetta on-line, per sapere quanto le donne vogliano continuare ad oscurare noi poveri uomini, che da sempre ci facciamo un mazzo così per i loro trucchi e capricci. Dopo essermi guadagnato la stima di Pillon, Salvini e una buona schiera di cinque stelle, direi che possiamo andare…

Leggi tutto...

di Davide Drago

Domenica scorsa in occasione della giornata contro la violenza sulle donne il mondo del calcio ha deciso di esprimere una posizione chiara rigurado il tema. I calciatori sono entrati in campo con un segno rosso sul volto, per dare un cartellino rosso alla violenza sulle donne.

Leggi tutto...

di Davide Drago

Integrazione, libertà, consapevolezza, antirazzismo e passione. Sono soltanto alcune parole che descrivono appieno cosa è Atletico Diritti. La polisportiva è nata nel 2014 dalla collaborazione tra l’associazione Progetto Diritti e Antigone.

Leggi tutto...

E' con la passione e l'amore che contraddistingue il nostro agire quotidiano, che abbiamo deciso di aderire alla campagna “we want to play” promossa da varie realtà popolari ed indipendenti. Crediamo sia necessario metterci in gioco in prima persona, nelle palestre e nei campi da gioco, in tutte le forme possibili, per contrastare quello che vediamo arrivarci come un montante senza possibilità di schivata. Crediamo che schivare e contrastare il D.L. Salvini e tutte le politiche che negano le libertà sia fondamentale.

Leggi tutto...

41507748 1073399992820548 4343918545806032896 n

 

di Teo Molin Fop

 

Il 27 Settembre 2018 l'U.S.D. Centro Storico Lebowski è diventato una società cooperativa sportiva dilettantistica per azioni. Da come si legge sul sito di questo club di calcio popolare di Firenze, “possiamo dire che grazie allo strumento cooperativo adesso il Lebowski è davvero una proprietà collettiva dei suoi tifosi, indifferente a ogni tentativo di scalata, di accentramento, a ogni invadenza del mercato.”

Per capire meglio in cosa consiste questo passaggio abbiamo intervistato Lorenzo Giudici, uno dei soci fondatori del club grigionero.

Leggi tutto...

di Davide Drago

Non sono passate neanche 24 ore dalla grande manifestazione contro il governo e le sue politiche razziste che in un campo di provincia, a Strangolagalli, vicino Frosinone, si verifica il “classico” atto discriminatorio nei confronti di un giocatore nero.

Leggi tutto...

Sabato 13 ottobre a Londra, l’associazione Democratic Footbal Lads Alliance ha indetto un corteo al centro di Londra. Costola della Football Lads Alliance, la DFLA si dichiara “anti – estremista”, ma la sua retorica e le sue vicinanze politica sono inequivocabilmente di destra estrema, con posizioni anti – migranti di stampo xenofobo. A questo tentativo di corteo ha risposto un numeroso contro – corteo che si è opposto efficacemente alle organizzazioni di destra radunatesi a Londra. Abbiamo avuto l’opportunità di intervistare Reynold, scozzese che vive a Londra e membro fondatore della organizzazione antifascista Football Lads and Lasses Alliance, presente al contro corteo antifascista del 13 ottobre a Londra.

Leggi tutto...

Anche lo sport popolare e indipendente scende in campo: “UNITI CONTRO IL GOVERNO, IL RAZZISMO E IL DECRETO SALVINI”.

Le così dette “buone pratiche di accoglienza”, l’inserimento attivo nel tessuto sociale e i percorsi di emancipazione dei quali sia chi migra che chi accoglie hanno bisogno per il modellamento di una società sostenibile, devono partire proprio da quegli aspetti che caratterizzano la nostra quotidianità. Tra essi, è innegabile che lo sport possa giocare un ruolo fondamentale grazie all’universalità del suo linguaggio.

Leggi tutto...