La Lega Pallavolo Serie A italiana, insieme ad Assist (Associazione Nazionale Atlete) ha scelto di essere promotrice e capofila di un importante progetto Europeo: Fair Coaching.

Leggi tutto...

GOLF_20191015212954270.jpg
 
Negli articoli di questo sito, non abbiamo mai giocato alla finta negazione di un legame tra calcio e politica. Anche perché a non vedere certi legami o si è in malafede o non si è proprio dei fini osservatori. Oggi però, data l’abitudine al fantasticare sotto l’ombrellone in questi giorni, sebbene le competizioni europee più importanti non abbiano ancora chiuso i battenti, ma anzi siano nel momento clou, azzardiamo un’analisi bizzarra e forzata degna di un complottista alla Lukashenko, quello che voleva curare il Covid-19 con la vodka e la sauna, poi se l’è preso e dopo ventisei anni di potere assoluto si ritrova per la prima volta pure in difficoltà a governare.
 
Leggi tutto...

Coltivare una passione. Farlo con dedizione, investendoci una grande parte di sé stesse.

Spendere le ore a provare e riprovare un movimento, fino a quando non si riesce a farlo alla perfezione, finché non viene naturale.

Leggi tutto...

Ci hanno liberati, speriamo per sempre, da un terribile razzista inglese!

È davvero una bella notizia questa. Mi sarebbe piaciuto solo che con questo delinquente finissero dentro anche i genitori, vergognosi educatori e che, l’Aston Villa, di cui è tifoso, non solo gli impedisse di ritornare allo stadio per sempre, ma che gli facesse tirare una serie di pallonate da tutti i giocatori neri presenti in rosa, o almeno da Zaha, il giocatore del Crystal Palace, che è stato il bersaglio dei suoi attacchi vergognosi.

Leggi tutto...

 

Elisabeth Robinson, detta Betty, nasce a Riverdale, nell'Illinois il 23 agosto del 1911. E’ una giovane donna, in un periodo storico in cui certamente le ragazze non venivano invitate a dedicarsi allo sport.

Leggi tutto...

A quasi un mese di distanza dal 8 giugno le parole di Raheem Sterling e Sol Bamba, sembrano aver fatto breccia nella federazione inglese, Sterling attaccante del Manchester City e della nazionale inglese aveva lamentato la scarsità di allenatori, manager, preparatori appartenenti a minoranze etniche nel professionismo inglese.

Leggi tutto...

Riprendiamo la rubrica Same Sport Same Rights con una storia potente, politica, sociale e di sport. Le donne che hanno cambiato la storia dello sport non possono essere dimenticate.

Oggi parliamo di Vera Caslavska, la sportiva cecoslovacca più decorata della storia.

Leggi tutto...

Erano i primi giorni di febbraio, quando il leader della Lega Matteo Salvini continuava il suo continuo tour elettorale. «Vado in Puglia a parlare di lavoro, infrastrutture e Xylella». Così, a Potenza, il leader della Lega, Matteo Salvini, rispondendo a una domanda sulla scelta del candidato per le Regionali pugliesi.

Leggi tutto...

 

Il Centro CODER dell’Università di Torino, 

nel quadro del progetto Odiare non è uno sport

presenta il

BAROMETRO DELL’ODIO NELLO SPORT

Leggi tutto...

L'epopea dei Bulls e di Mr. Michael Jordan rappresentano insieme un mito, una leggenda vivente, un Pantheon di giocatori capaci tuttora di influenzare il mondo della pallacanestro americana. La docu-serie The Last dance, che si appresta a diventare il prodotto di maggior successo nel mercato italiano di Netflix, racconta in quasi 8 ore di filmati la stagione dei Chicago Bulls del 1997-98, ovvero l'ultimo ballo di Michael Jordan e “amici “.

Leggi tutto...

 

Un metro e 89 centimetri di tecnica e potenza. Un’elevazione che la porta a volare a quasi tre metri e mezzo. Le sue schiacciate sono bolidi che lasciano poche speranze a chi si trova dall’altra parte della rete. Paola Egonu ha 21 anni e ormai da qualche stagione è il volto più noto della Nazionale italiana di volley e icona della pallavolo mondiale. Schiacciatrice e opposto, più volte nei tornei e campionati internazionali disputati nelle ultime stagioni si è trovata insignita del riconoscimento di MVP (Most Valuable Player).

Leggi tutto...

“Per affrontare il presente che stiamo vivendo, l’emergenza sanitaria, dobbiamo essere capaci di immaginare nuove forme di condivisione, nuove modi per stare insieme. Non bastano discorsi generici, il telefonino, i social. Servono proposte concrete, anche per i più giovani, quegli adolescenti che si trovano confinati in casa in un momento della loro vita in cui avrebbero bisogno di spazi propri”. 

Leggi tutto...