di Massimo Finizio

Un errore che fanno tanti italiani, chissà perché, è scambiare la città di Potsdam con Poznan in Polonia. Nulla da togliere a Poznan, che tra l’altro dista solo 250 km dalla sede reale prussiana, ma Potsdam, nasconde tantissimi gioielli storici e altrettanti record sportivi e calcistici che vi racconteremo.

Leggi tutto...

di Teo Molin Fop

Con il superamento della Tessera del Tifoso e l'introduzione del “Codice etico” da una parte e il contemporaneo insediamento di Matteo Salvini al Viminale dall'altra, si apre una fase completamente inedita per il mondo ultras. Probabilmente si prospetterà un ministro dell'Interno, per il quale l'ultras non sarà più il “nemico pubblico numero uno”.

Leggi tutto...

di Davide Drago

Era il maggio del 2018 e qualcosa, almeno per il calcio femminile, sembrava potesse cambiare. Le due serie di vertice, la A e la B, sarebbero dovute passare, con l’inizio della nuova stagione 2018-2019, dalla Lega Nazionale Dilettanti (Lnd) alla Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC). La decisione era stata presa dal commissario straordinario Roberto Fabbricini e già a suo tempo la risposta del presidente della Lnd era stata molto dura.

Leggi tutto...

2b9733a7-9ed1-404f-89f9-6e3e736108fb_large.jpg

Non tutti lo sanno, ma per rispondere alle convocazioni della nostra nazionale dobbiamo chiedere permesso al datore di lavoro e questo è allucinante…” - CRISTIANA GIRELLI 

Leggi tutto...

di Davide Drago

Mesut Ozil, giocatore tedesco di origini turche, ha deciso di lasciare la nazionale e la motivazione è riconducibile al razzismo. A qualcuno verrebbe da chiedersi dove sia finita l’accogliente Germania, la nazione meticcia abituata alla diversità. Andiamo con ordine e cerchiamo di approfondire la situazione.

Leggi tutto...

di Davide Drago

Triplice fischio dell’arbitro e un altro mondiale di calcio è stato archiviato. Una competizione che ha visto ai nastri di partenza delle esclusioni importanti e che cammin facendo ha perso delle compagini nazionali di rilievo. Cosa rimarrà di questo mondiale? Cosa ricorderemo? La vittoria della Francia, forte sicuramente, ma con un pizzico di fortuna o il secondo e il terzo posto delle “piccole” Croazia e Belgio? Ai posteri l’ardua sentenza. Sicuramente a freddo si può ragionare meglio su alcuni eventi più o meno rilevanti che hanno caratterizzato la competizione mondiale.

Leggi tutto...

Rieccoci a un nuovo appuntamento con la nostra rubrica. Questo terzo capitolo potrebbe essere falsato dalla vigilia mondiale, ma vista la dichiarazione di evitare le inquadrature a tifose troppo sexi perché ciò sarebbe sessista, siamo convinti che anche la gazzetta abbia rivisto le percentuali di immagini in cui le donne, appaiano in un quotidiano sportivo più come conigliette di play boy, che come atlete.

Leggi tutto...

Se la Croazia sta disputando un ottimo mondiale arrivando fino ad ora alle semifinali di Russia 2018, più di un calciatore e tanti tifosi al seguito hanno manifestato simpatie politiche che dovrebbero raccogliere pochi entusiasmi, anzi.

Leggi tutto...

di Davide Drago

Siamo agli sgoccioli di questi mondiali, i riflettori stanno per accendersi sulla semifinale che verrà disputata tra Croazia ed Inghilterra. I biancorossi dopo essere stati i migliori della fase a gironi, sembrano aver perso quella freschezza e quello sprint di qualche giorno fa; Infatti sono l'unica squadra delle quattro a essere arrivate in semifinale vincendo per due volte ai rigori.

Leggi tutto...

Testatasito2018_mod.jpg

Dal quattro all’otto Luglio a Bosco Albergati (Mo) si svolgeranno i mondiali antirazzisti, organizzati dalla UISP (unione italiana sport per tutti) e giunti all’edizione numero 22. E come ogni anno, all’interno dell’area sportiva dello Sherwood festival, gestita dalla polisportiva San Precario, è venuto ospite Carlo Balestri per presentarci le novità e curiosità di questa nuova edizione.

Leggi tutto...

di Davide Drago

Sarà contento Matteo Salvini? Avrà festeggiato la vittoria, tutta italiana, nella staffetta 4x400 ai giochi del Mediterraneo? Non vorremmo essere pessimisti, ma forse perché impegnato sul pratone di Pontida o perchè magari preso dalle problematiche legate al Milan, non si sarà accorto delle vittorie che stanno arrivando dai XVIII Giochi del Mediterraneo di Tarragona. L'Italia ha chiuso la competizione in testa al medagliere, grazie soprattutto alle donne.

Leggi tutto...

Nessuna delle squadre africane che ha partecipato nell’attuale mondiale di Russia 2018 (Egitto, Tunisia, Marocco, Nigeria, Senegal) si è qualificata per la fase finale dei mondiali. Non accadeva dal 1986, da quando il mondiale di calcio ha preso la forma attuale, cioè quella divisa in una prima fase di gironi ed una successiva di scontri ad eliminazione diretta.

Leggi tutto...